Lipoemulsione sottocutanea (LESC)

Lipoemulsione sottocutanea (LESC)

La Lipoemulsione sottocutanea (LESC) è una avanzata tecnica mini invasiva per il trattamento delle adiposità localizzate, e le lipodistrofie (tra cui la “ cellulite”), possibile grazie un apparecchio elettromedicale ad ultrasuoni cavitazionali in multifrequenza.

La LESC, da non confondere con una lipoaspirazione tradizionale, permette un nuovo metodo di intervento: il rimodellamento dei profili corporei a minima invasività. La rapidità di esecuzione e la mancanza di una convalescenza importante, unitamente al ritorno quasi immediato delle proprie attività lavorative, sportive e sociali, rendono questa tecnica molto versatile e applicabile a una notevole quantità di differenti situazioni.

Trova infatti indicazione in pazienti che vogliono perfezionare i risultati raggiunti dopo un programma dietetico, ma anche in coloro che desiderano una vera e propria riduzione del volume del grasso, del tutto similmente ad una liposuzione tradizionale. E’ anche indicata in pazienti affetti da accumuli adiposi localizzati o da pannicolopatie, conosciute comunemente come “ cellulite”. Gli ultrasuoni, erogati mediante una sottile sonda del calibro di pochi millimetri, provvedono a sciogliere omogeneamente il grasso da eliminare, conservando intatte le strutture vascolari e nervose presenti nel tessuto trattato. Questo rappresenta un punto fondamentale, se consideriamo che molto spesso lo sviluppo dei cuscinetti di “cellulite” ha alla base una cattiva circolazione locale. Impiegare una metodica conservativa, che non danneggi ulteriormente questi vasi, significa perciò rispettare la salute del paziente.

La LESC trova il suo maggiore campo di impiego nel trattamento degli accumuli adiposi a livello di addome, fianchi, cosce, ginocchia, polpacci, caviglie, braccia e mento. La tecnica è praticabile in anestesia locale, con un ricovero ambulatoriale. Al termine della procedura, la paziente o il paziente può serenamente andare a casa, indossando una guaina elasto-compressiva.

Vai alla barra degli strumenti